La Mostra Mercato di Prendi l’Arte a Trastevere (Roma) è sospesa. Perché?

Nel 2006, attraverso un bando che assegnava alcune aree del primo municipio ad associazioni di soli O.P.I., Prendi l’Arte si aggiudica l’area pedonale di Piazza Sonnino (Largo San Giovanni de Matha) a Trastevere.
Il bando prevedeva l’organizzazione di una mostra mercato di opere del proprio ingegno di tre giorni con cadenza mensile (ad esclusione del mese di luglio) per 15 postazioni.
Negli anni sono stati migliaia i passanti, cittadini romani e turisti, che hanno potuto apprezzare la qualità di una manifestazione che ha riportato la creatività in piazza sottraendo quegli spazi al degrado.
Negli anni sono stati tanti i politici che hanno apprezzato – a parole – l’operato dell’associazione. Di fatto in DIECI anni l’ amministrazione locale non ha permesso di organizzare eventi in qualche altra piazza del centro storico di Roma né ha trovato il tempo di redigere un nuovo bando.
Il bando per l’organizzazione delle mostre mercato dedicate alle opere dell’ingegno da svolgersi in Largo de Matha a Trastevere e vinto nel 2006 da Prendi l’Arte è infatti scaduto dopo due anni. In attesa di pubblicazione di un nuovo bando, il presidente del primo municipio di allora decise di concedere una proroga valida fino ad espletamento di nuovo bando.

Nessun passo avanti, un grande passo indietro

Nonostante un bando che preveda l’assegnazione di aree ad associazioni di O.P.I. non sia ancora stato pubblicato né la piazza sia stata inserita in un bando di altra natura, improvvisamente il 19 gennaio 2018 la proroga non è più riconosciuta come valida.
A distanza di una settimana dall’accaduto i rappresentanti dell’associazione non sono stati ricevuti dall’amministrazione che ha fissato degli appuntamenti regolarmente disdetti.

Cosa chiediamo

Chiediamo all’amministrazione municipale di portare avanti gli impegni già presi negli innumerevoli incontri avvenuti in questi anni. Chiediamo all’amministrazione municipale di realizzare un bando specifico per la categoria OPI che includa questa e altre piazze del centro storico. Chiediamo all’amministrazione municipale il ripristino della nostra presenza mensile in Largo san Giovanni de Matha a Trastevere come indicato nella proroga ovvero fino ad espletamento di nuovo bando.

Cosa succederà ora?

Prendi l’Arte e tutta l’esperienza vissuta in questi anni rischia di morire schiacciata dall’indifferenza della politica locale. Una politica che in questo modo tradisce le aspettative di coloro che vivono e attraversano questa città.
Ancora una volta Roma promette e non mantiene. Tralascia, dimentica, calpesta piccole virtuose realtà per fare strada al degrado e all’impoverimento culturale e artistico di questa città.

Chi sono gli O.P.I. (creatori di opere del proprio ingegno)

Gli O.P.I. , creatori delle opere del proprio ingegno, sono persone che con le proprie mani creano piccole produzioni creative di oggetti unici e originali usando strumenti a guida manuale e materiali di ogni tipo. Una contaminazione variegata tra antichi mestieri e idee innovative che portano alla realizzazione di manufatti letteralmente “Made in Italy”.

Cos’è Prendi l’Arte

Prendi l’Arte, nata nel 2004 a Roma, è un’associazione senza scopo di lucro che ha unito queste individualità creative intorno a due punti fondamentali: promuovere il riconoscimento e la valorizzazione di questa categoria e ottenere spazi all’interno nel centro storico di Roma per la realizzazione di eventi dedicati.
La mostre mercato di Prendi l’Arte sono organizzate e gestite dagli stessi soci che vi espongono.
La partecipazione agli eventi è riservata ai soci che si impegnano a rispettare un regolamento che prevede, tra l’altro, l’obbligo di dedicare parte dello spazio concesso a laboratorio nel quali viene realizzata – sul posto – parte della lavorazione. Questo con lo scopo di (ri)portare nelle piazze il valore della creatività e del lavoro manuale.